top of page

Dalla guerra in Ucraina all’alluvione in Emilia-Romagna: i temi più presenti sui giornali nel 2023

Il conflitto tra Russia e Ucraina è il tema che nel 2023 ha ricevuto più attenzione da giornali e siti di news in Italia. Lo rileva Volocom che ha stilato la classifica dei temi più presenti nelle notizie pubblicate su web e carta stampata nel nostro Paese nell’anno appena trascorso.

In cima alla graduatoria troviamo proprio la guerra in Ucraina che, dopo lo scoppio nel 2022, ha continuato a occupare la maggior parte delle pagine di giornali e siti anche nel 2023, trattata in ben 2,2 milioni di articoli pubblicati nel corso dell’anno. Se lo scenario internazionale ha catalizzato gran parte dei riflettori dell’informazione nel nostro Paese, al secondo posto troviamo invece la cronaca nazionale. L'alluvione in Emilia-Romagna e i suoi effetti drammatici per il territorio sono stati oggetto di quasi 200mila articoli, a testimonianza dell’impatto avuto dall’evento anche sull’opinione pubblica italiana in tema di cambiamento climatico.

Ma il 2023 è stato anche l’anno di grandi fatti di cronaca, come l'arresto del super latitante Matteo Messina Denaro (117mila articoli) e il femminicidio di Giulia Cecchettin (quasi 114mila articoli). Da notare che quest’ultimo avvenimento, pur verificatosi a novembre, ha generato un numero di articoli equiparabile a eventi avvenuti nella prima parte dell'anno, come l'alluvione in Emilia-Romagna di maggio o l’arresto di Messina Denaro di gennaio. Escludendo la morte di Silvio Berlusconi (70mila articoli), al quinto posto, è il mondo dello spettacolo a restituire un po’ di leggerezza ai temi a cui i media hanno dedicato più attenzione nel 2023. L’Italia ha potuto contare su oltre 48mila articoli dedicati al Festival di Sanremo 2023 e alle connesse polemiche scaturite dal bacio tra Fedez e il cantante Rosa Chemical. Seguono a breve distanza le reazioni generate dall’uscita del libro del generale Roberto Vannacci (45mila articoli) e dalla sostituzione di Barbara D'Urso alla conduzione di Pomeriggio 5 (34mila articoli).

 

Scendendo verso la soglia dei 10mila articoli, troviamo argomenti che hanno conquistato o colpito particolarmente l’attenzione dei lettori, come l'intervista al quotidiano Repubblica in cui l’ex Presidente del Consiglio Giuliano Amato accredita la pista del missile francese per la strage di Ustica o la malattia e morte della scrittrice Michela Murgia.

In appendice alla top ten si esce dal perimetro della cronaca. All’undicesimo e dodicesimo posto trovano spazio due contenuti opinionistici: Carlo De Benedetti che critica la gestione del suo ex gruppo, Gedi, da parte degli Agnelli e le polemiche seguite al pezzo scritto da Alain Elkann per Repubblica sui "giovani lanzichenecchi" con cui ha condiviso il viaggio in treno.




留言


bottom of page