I TREND DELLA COMUNICAZIONE TRA TECNOLOGIA E ANALISI


Nasce VoloComm, una nuova divisione Volocom dedicata alla realizzazione di ricerche, report e studi sfruttando al meglio l’intelligenza artificiale applicata ai media


Milano, 12 aprile 2022 – Dati e numeri nel giornalismo sono ormai elementi importanti quasi quanto le parole, ma occorre sempre una loro corretta interpretazione. È questo il compito del nuovo team di comunicazione creato da Volocom, azienda tecnologica fondata da Valerio Bergamaschi, che da oltre 20 anni fornisce servizi e prodotti per l’analisi dei media. Direttore del team VoloComm è Lucrezia Maggio, mentre Andrea Franchini, giornalista già alla guida di quotidiani e periodici, ha assunto la carica di Direttore Editoriale.

Report, analisi, studi di settore e di brand reputation sono alcuni dei prodotti che la divisione VoloCommunication realizza: strumenti indispensabili per comprendere i trend in atto nel mondo della comunicazione. “Intelligenza Artificiale, Machine Learning, Big Data: gli strumenti che hanno fatto di Volocom una realtà in continua evoluzione, saranno così ulteriormente valorizzati fornendo letture del panorama dell’informazione sempre più efficaci”, sottolinea Franchini.

“Con la nascita di VoloComm consolidiamo e sviluppiamo il nostro ruolo leader nel panorama della Media Intelligence, con particolare attenzione e analisi su quanto accade nel mondo dei social network”, aggiunge Maggio.


“Possiamo contare su un team molto giovane e molto valido, con ottime competenze di scrittura e comunicazione”, conclude Bergamaschi, Amministratore Unico di Volocom.


I prodotti VoloComm sono già disponibili e configurabili in base alle specifiche esigenze, come il report Newswatcher, che permette di monitorare in tempo reale tutti i dettagli di diffusione di un comunicato stampa, o gli studi di VoloBrand, analisi completa e puntuale della presenza sui media e social network di una tematica, un’azienda o un personaggio pubblico. Il target di riferimento è composto da editori, giornalisti, agenzie di stampa e di comunicazione e uffici stampa, ma anche enti, associazioni e il mondo accademico che studia i fenomeni legati all’informazione.

Oltre a Franchini e Maggio, il team è formato da Francesco Bruno, Giorgio Di Leo, Matteo Lunardi e Luca Giuseppe Murrone.